Quali sono i benefici dell’allevamento sostenibile?

Negli ultimi 60 anni, l’aumento della popolazione mondiale e la conseguente crescita della domanda di proteine animali hanno portato a un’intensificazione dei sistemi agricoli che lasciano un’impronta enorme, causando danni significativi al nostro ambiente naturale con conseguente scarsità d’acqua, degrado della terra, deforestazione e cambiamenti climatici.

I sistemi di produzione agricola e alimentare sostenibili, che promuovono metodi resistenti al clima e sostenibili dal punto di vista ambientale, hanno un grande potenziale per preservare le nostre preziose risorse naturali. Seguendo metodi semplici come il riciclaggio delle sostanze nutritive e non usando prodotti chimici per l’agricoltura, i sistemi di agricoltura sostenibile possono avere un ampio impatto, permettendoci di nutrire la nostra crescente popolazione senza causare cambiamenti ambientali irreparabili.

Come si diventa un allevatore certificato?

La certificazione dell’allevamento sostenibile è un processo e comporta procedure attraverso le quali una terza parte dà la garanzia che un prodotto, un processo o un servizio sia conforme a determinati requisiti e standard di certificazione, e dovrebbe essere basata su una serie di attività di ispezione e condotta da un organismo di certificazione competente e riconosciuto.

Friend of the Earth ha sviluppato una serie di standard per la certificazione dei prodotti agricoli al fine di ridurre al minimo gli effetti negativi delle operazioni di agricoltura intensiva, fornendo uno strumento all’industria agricola per rispettare l’ambiente, preservando così le risorse naturali per il futuro.

I prodotti e i servizi certificati da Friend of the Earth sono soggetti a rigorosi audit indipendenti che verificano gli standard ambientali e sociali.

Requisitos

Los requisitos que la empresa debe cumplir para obtener la certificación Friend of the Earth para cría sustentable incluyen:

Documentos

 

Adhiere

Como primer paso, es necesario completar y enviar a info@friendoftheearth.org el Cuestionario de información preliminar (PIF):